COMUNICATI

APRILE: VIETATA LA PESCA DELLA TELLINA

PESCATORI PROFESSIONALI E SPORTIVI FERMI UN MESE

 

La pesca della tellina è vietata per tutto il mese di aprile. Così cita il comma 2) lettera b) dell’art. 6 del D.M. 22 Dicembre 2000.

Questo fermo nasce dall’esigenza di tutelare la risorsa tellina nel mese in cui la specie è in fase di riproduzione.

Il divieto, precisa la circolare del Ministero per le Politiche Agricole, deve valere non solo per i pescatori professionisti ma per tutte le categorie.

Infatti il rispetto del periodo di fermo esercitato soltanto da parte dei pescatori professionali non consentirebbe il raggiungimento della tutela totale della risorsa.

Nel Compartimento Marittimo di Gaeta le autorizzazioni professionali raggiungono la decina di unità mentre molti di più sono i pescatori sportivi che quotidianamente si vedono pescare lungo i nostri litorali con rastrelli a mano.

La maggior parte delle licenze ministeriali sono utilizzate a Minturno da pescatori che da generazioni si tramandano questo mestiere.

Malagisi, Conte, Alicandro, Papa, Ciufo, Conte, Di Girolamo, D’Onofrio, Romano, Vento, Corrente, queste e molte di più le famiglie minturnesi che hanno insegnato ad altri questa tipologia di pesca spingendosi verso i primi anni settanta fin dopo Foce Verde, Torvaianica, Fregene, Ostia e Civitavecchia.

Minturno ha una storia “sul mare” che purtroppo la politica ha troppo spesso dimenticato, come ad esempio valorizzare specie autoctone che sono sopravvissute al ripascimento con la breccia e all’inquinamento marino.

Il “vessillo” che identifica il Comune di Minturno potrebbe essere rappresentato proprio da una tellina.

LA FONDAZIONE ANGELO VASSALLO, IL SINDACO PESCATORE E UNCI AGROALIMENTARE A SOSTEGNO DEI PESCATORI PROFESSIONALI

Siamo arrivati alla soglia del 100% di aumento del gasolio per i pescherecci nell’arco di poco più di un anno, una cifra che induce molti pescatori a preferire di restare in porto piuttosto che prendere il mare con l’incertezza di coprire le spese.
Al Governo Italiano chiediamo l’istituzione di un Tavolo di Confronto e di valutazione. Si potrebbe partire dal Golfo e dalle isole ponziane per accertare le reali condizioni in cui oggi vive il ceto peschereccio.
Inquinamento, delfini, predatori, furti di reti, pesca illegale, sono queste e altre le situazioni di grande disagio in cui crescere una famiglia.
Si rende sempre più necessario creare un bonus da destinare a ciascuno dei pescatori professionali imbarcati da almeno sei mesi; sgravarli dal pagamento di oneri eccessivi in collaborazione con le Amministrazioni Comunali.
Un’azione congiunta potrebbe essere recepita anche da altre località per far fronte Comune e richiedere al Governo un reale sostegno che tutti speriamo essere temporaneo.
Da Minturno parte questa proposta a sostegno della categoria e della possibilità che i pescatori possano proseguire nel loro lavoro senza rischiare di andare a fondo con i loro pescherecci.

Dott. Erminio Di Nora - Coordinatore della Fondazione Angelo Vassallo e di Unci Agroalimentare per il Golfo di Gaeta e le Isole Ponziane

PETROLIO: CENTO EURO A BARILE E LA PESCA RESTA A SECCO

Siamo arrivati alla soglia del 70% di aumento del gasolio per i pescherecci nell’arco di poco più di un anno, una cifra che induce molti pescatori a preferire di restare in porto piuttosto che prendere il mare con l’incertezza di coprire le spese.

Al Governo Italiano chiediamo l’istituzione di un Tavolo di Confronto e di valutazione. Si potrebbe partire dal Golfo e dalle isole ponziane per accertare le reali condizioni in cui oggi vive il ceto peschereccio.

Inquinamento, delfini, predatori, furti di reti, pesca illegale, sono queste e altre le situazioni di grande disagio in cui crescere una famiglia.

Si rende sempre più necessario creare un bonus da destinare a ciascuno dei pescatori professionali imbarcati da almeno sei mesi; sgravarli dal pagamento di oneri eccessivi in collaborazione con le Amministrazioni Comunali.

Un’azione congiunta potrebbe essere recepita anche da altre località per far fronte Comune e richiedere al Governo un reale sostegno che tutti speriamo essere temporaneo.

Da Minturno parte questa proposta a sostegno della categoria e della possibilità che i pescatori possano proseguire nel loro lavoro senza rischiare di andare a fondo con i loro pescherecci.

Gianotrail 2022

Siamo giunti all'undicesima edizione del Gianotrail con il supporto di tanti amici ma soprattutto del Presidente dell'Associazione Franco Morlando. Instancabile promotore dello sport e delle bellezze del Parco di Gianola ci ha riunito ancora una volta per condividere esperienze e vivere fino in fondo la Natura.

Un Mare di Plastica

Anche i pescatori del Golfo di Gaeta sostengono l'ambiente, la pulizia del mare, il prelievo delle plastiche raccolte durante l'attività di pesca.

Ricordiamo che in passato non esisteva una legge per la quale i pescatori professionali avrebbero potuto portare a terra scarti di qualsiasi genero perché avrebbero dovuto poi pagare per lo smaltimento.

Abbiamo fatto pressioni affinché questa legge venisse approvata e recepita soprattutto dai Nostri governanti.

Il rispetto che non abbiamo per l'ambiente lo paghiamo a caro prezzo attraverso le catastrofi naturali, la moria di pesci, l'inquinamento, la diminuzione del pescato, la crisi del settore ittico.

In questo caso la plastica viene raccolta dai pescatori e portata a terra.

A voi il lavoro svolto quotidianamente da Cristian Morlé e dai suoi colleghi durante l'attività di pesca.

"Bisogna prevenire l’immissione di rifiuti di plastica nell’ambiente, includendo anche la riduzione della produzione di plastiche. Si tratta di un approccio molto più efficace, piuttosto che pulire l’ambiente dopo.
Inoltre è necessario e urgente un Trattato internazionale giuridicamente vincolante, che contenga regole specifiche, chiare e obblighi applicabili globalmente lungo tutto il ciclo di vita delle plastiche, in modo da consentire risposte efficaci alla crisi globale dovuta all’inquinamento da plastica".

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità.

Seguimi su Facebook